ITA
|
ENG

La normativa RAEE

La responsabilità del Produttore
Concetto di partenza della normativa è il principio della responsabilità del Produttore, dove per produttori di AEE ai sensi del D.lgs 49/2014 si intende chiunque, a prescindere dalla tecnica di vendita utilizzata: 

  • fabbrica e vende apparecchiature elettriche ed elettroniche recanti il suo marchio; 
  • rivende con il proprio marchio apparecchiature prodotti da altri fornitori; 

  • importa o immette per primo, nel mercato nazionale, apparecchiature elettriche ed elettroniche nell'ambito di una attività professionale e ne opera la commercializzazione.

 

Le Direttive Europee
La gestione dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE) è disciplinata a livello europeo dalla Direttiva 2012/19/EU che ha lo scopo di fornire agli stati membri le linee guida per l'implementazione di un sistema di gestione dei RAEE con le seguenti finalità primarie:

  • prevenire la produzione dei RAEE
  • promuovere il reimpiego, il riciclaggio ed il recupero dei RAEE
  • migliorare, sotto il profilo ambientale, l'intervento dei soggetti che partecipano al ciclo di vita di dette apparecchiature
  • ridurre l'uso di sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche.


Il Decreto RAEE


Il funzionamento del sistema di gestione dei RAEE in Italia è definito, sulla base delle direttive europee, dal Decreto Legislativo n. 49 del 14 marzo 2014 e correlati Decreti Ministeriali, che disciplinano alcuni aspetti attuativi.

Elenchiamo i più recenti decreti attuativi:

Decreto Ministeriale 13 dicembre 2017 , n. 235 – Decreto Statuto-Tipo dei consorzi
Il DM “Regolamento recante approvazione dello statuto-tipo dei consorzi per la gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE)” definisce le regole di base dei Consorzi RAEE, i quali devono uniformare a tali disposizioni il proprio Statuto e presentarlo a Ministero dell’Ambiente per l’approvazione.

Decreto Ministeriale 9 marzo 2017, n.68 – Decreto garanzie finanziarie
Il Decreto garanzie finanziarie disciplina le modalità con cui i Produttori di AEE dovranno prestare le garanzie finanziarie, per i soli RAEE provenienti da nuclei domestici. I RAEE professionali non sono oggetto del provvedimento, in quanto la loro gestione è garantita dalla partecipazione del produttore a un sistema collettivo (o individuale).

Decreto Ministeriale 17 giugno 2016 - Decreto tariffe
Il DM "Tariffe per la copertura degli oneri derivanti dal sistema di gestione dei rifiuti delle apparecchiature elettriche ed elettroniche” stabilisce le tariffe e le modalità di versamento per la copertura degli oneri di funzionamento del Comitato di Vigilanza e Controllo e del Comitato di Indirizzo RAEE, e delle attività di monitoraggio dei tassi di raccolta e degli obiettivi di recupero dei RAEE da parte di ISPRA, nonché della tenuta del Registro RAEE e delle attività ispettive della Guardia di Finanza.

Decreto Ministeriale 31 maggio 2016, n.121 – Decreto “uno contro zero”
Il DM 121 contiene le indicazioni per lo svolgimento delle attività di ritiro gratuito “1 contro 0” da parte della distribuzione. Il decreto, conforme a quanto previsto dal D. Lgs. 49/2014, disciplina le modalità semplificate per il ritiro, da parte dei distributori, di RAEE di piccolissime dimensioni provenienti dai nuclei domestici, a titolo gratuito e senza obbligo di acquisto di AEE di tipo equivalente.

 

Gli altri siti Remedia: Remedia TSR | Remedia per voi

CONSORZIO REMEDIA - Gestione del trasporto, trattamento e riciclo dei rifiuti tecnologici - Via Messina, 38 - 20154 Milano - Tel +39.0234594611

P.IVA/C.F./Registro Imprese Milano 05053900964, Registro AEE IT07111000002, Registro Pile IT09061P0001, Fondo Consortile al 31/12/2017 € 1.554.976,00