News

Aperte consultazioni pubbliche per il Piano nazionale di adattamento ai cambiamenti climatici

04/08/2017

È stata avviata dal governo la consultazione pubblica sul Piano nazionale di adattamento ai cambiamenti climatici che arriva così al confronto con cittadini, istituzioni, mondo della ricerca e associazioni.

 

Il Piano mostra l’aggiornamento sulle attuali tendenze climatiche a livello nazionale e offre una valutazione degli scenari futuri prospettando azioni di adattamento, monitoraggio e misurazione. Elaborato a partire dal lavoro dell’autorevole Centro euro-mediterraneo sui cambiamenti climatici, analizza gli impatti e individua le aree territoriali più vulnerabili andando a definire le macro-regioni climatiche e le “aree climatiche omogenee”.

 

Molto interessante la sezione che fornisce una stima dell’incremento delle risorse finanziarie necessarie per un’efficace adattamento dell’Italia ai cambiamenti climatici. Partendo dal solo rischio idrogeologico, nel peggiore dei casi, «nel 2050 le perdite annue sono comprese tra 4.5 e 11 miliardi e tra i 14 e i 72 miliardi nel 2080, a seconda dello scenario di sviluppo economico considerato». Considerando poi tutte i risvolti del caso, si arriva fino all’incredibile cifra di 288 miliardi di euro.

 

Il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti ha spiegato «Il Piano di adattamento è uno strumento strategico irrinunciabile per un Paese come l’Italia che vive ogni giorno gli effetti dei mutamenti climatici. Adattare per tempo il nostro territorio non significa solo scongiurare costi umani e naturali molto pesanti, ma anche renderlo più resiliente e competitivo sotto il profilo economico. Per questo il nostro è un Piano che si integra coerentemente con le altre strategie in campo: dalla Sen alla Strategia per lo sviluppo sostenibile, da quella sull’Economia circolare al Piano clima-energia. Tutte insieme indicheranno un vero e proprio orizzonte eco-industriale per il Paese».



<< Torna all'elenco

NEWSLETTER

Invia