News

Economia Circolare: arriva un nuovo accordo provvisorio europeo

19/12/2017

È stato raggiunto un accordo provvisorio sul pacchetto legislativo per l’economia circolare tra Consiglio e Parlamento UE, e in particolare sulle 4 direttive waste. L’accordo provvisorio va a modificare la direttiva europea quadro sui rifiuti, divisa sulle tematiche dei rifiuti di imballaggio, discariche, rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, veicoli fuori uso, pile e accumulatori e rifiuti di pile e accumulatori.

 

Le proposte legislative fissano obiettivi vincolanti in materia di riduzione dei rifiuti e norme aggiornate per ridurre la produzione di rifiuti, garantire un miglior controllo della gestione dei rifiuti, incoraggiare il riutilizzo dei prodotti e migliorare il riciclaggio in tutti i paesi dell’Ue.

 

L’accordo introduce importanti novità riguardanti soprattutto nuovi obiettivi vincolanti sulla quota di avvio a riciclo da raggiungere al 2025 (55%), al 2030 (60%) e al 2035 (65%) dei rifiuti urbani e dei rifiuti di imballaggio (70%), e anche un obiettivo per i rifiuti urbani collocati in discarica entro il 2035 (non più del 10%).

 

In Italia, secondo Ispra, l’avvio a riciclo dei rifiuti urbani tramite la raccolta differenziata si attesta al 45% mentre a termovalorizzazione va il 18% del totale e in discarica il 25%

 



<< Torna all'elenco

NEWSLETTER

Invia