News

Rifiuti: arriva il Piano nazionale delle ispezioni

13/01/2017

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 10 gennaio il Piano nazionale delle ispezioni di stabilimenti, imprese, intermediari commercianti di rifiuti e spedizioni, con relativo decreto del Ministero dell’ambiente, in attuazione del Regolamento (UE) n. 660/2014 e del regolamento (CE) n. 1013/2006 sulle spedizioni dei rifiuti. Il fine della normativa è quello di garantire maggior controllo sulle spedizioni di rifiuti, n­azionali e comunitarie, per contrastare i traffici illeciti.

 

Nel documento viene spiegato come svolgere sistematicamente e ispezioni su spedizioni di rifiuti, impianti, intermediari e commercianti possa garantire una migliore lotta ai traffici illeciti di rifiuti. Infatti il Piano mira a creare un coordinamento tra i soggetti coinvolti e a sviluppare informazioni e procedure condivise in modo da garantire un’applicazione ottimale delle disposizioni contenute nel Regolamento sia in Italia che in Europa, oltre che a promuoverne l’attuazione.

 

Inoltre, il Piano individua degli specifici flussi di rifiuti ritenuti maggiormente critici, a causa della loro classificazione, pericolosità, rischio di contaminazione, quantità movimentate e rischi legati a particolari destinazioni o provenienze. Tra i 45 flussi critici, identificati tramite i corrispondenti codici CER, troviamo anche i rifiuti provenienti da apparecchiature elettriche ed elettroniche pericolosi o contenenti clorofluorocarburi e diverse tipologie di batterie, come quelle al piombo o quelle contenenti nichel-cadmio.

 

I controlli potranno riguardare stabilimenti, imprese, intermediari, commercianti e spedizioni di rifiuti.

 



<< Torna all'elenco

NEWSLETTER

Invia