WEEELABEX

 

La genesi del Laboratorio per l'eccellenza dei RAEE

Il progetto pluriennale WEEELABEX - co-finanziato dalla Comunità Europea nell'ambito del progetto Life+ - nasce per far fronte principalmente a problematiche operative quali l'adeguamento alla Direttiva Europea 2002/96/EC sui RAEE.

 

In aprile 2014 si darà avvio agli audit negli impianti di trattamento. Nel mese di febbraio il progetto è stato presentato ai responsabili degli impianti RAEE coinvolti.

 

WEEELABEX = WEEE LABoratory of Excellence     

(organismo internazionale no-profit)   

 

weeelabex

 

Con 'WEEELABEX', effettivo da Maggio 2011, si è dato vita ad uno strumento di controllo del mercato dei rifiuti tecnologici attraverso un processo di miglioramento della qualità del trattamento dei RAEE in Italia.

I soci di WEEE LABEX (ad oggi 26 sistemi collettivi europei), si impegnano affinché  gli impianti di trattamento si uniformino allo stato dell'arte (Standard CENELEC o Norme interne) del corretto trattamento dei RAEE e ne verifichino le prestazioni secondo lo Standard WEEELABEX.

 

 

Risultati concreti

Per l'industria dei RAEE ciò significa una riduzione di costi nel processo trattamento dei rifiuti, con conseguente risparmio per produttori e consumatori, maggiore trasparenza nelle attività e prestigio per la qualità italiana in Europa.

  

 

Come funziona: uniformità e condivisione
I Sistemi Collettivi promuovono il WEEELABEX chiedendo agli Impianti di trattamento di attivare la procedura di verifica, svolta con Auditor accreditati WEEE LABEX. La verifica delle prestazioni degli Impianti di Trattamento si ottiene effettuando un solo Audit, condotto secondo lo schema previsto dallaWEEELABEX Organisation, (WXO) secondo un unico standard comune di per la verifica delle prestazioni.
 

Obiettivi raggiunti: uniformità di valutazione e di giudizio per tutti gli impianti e risultati condivisi tra i Sistemi Collettivi 

Priority Remedia ha: 

 

1.Creduto in Weelabex

 

2.Svolto un ruolo proattivo  nello sviluppo dei nuovi standard europei

 

3.Integrato nei propri processi operativi i nuovi standard (Tratt, logistica)

 

4.Promosso la certificazione Audit conforme Weelabex

 

5.Effettuato processi di Audit conformi Weeelabex

 

Nel 2013:

Mimmo Spada- Remedia, è stato nominato Weelabex Auditor

 

 

 

 

 

 

NEWSLETTER

Invia